PRIMA ANCORA

Trasferita tra le dita

annerita la foto incenerita del volto

e tratteggi la vita accorciata sfumata

sul tuo viso pensando di ridere e vivere tutte le ombre scomparse

prima ancora la foto

si poteva vedere senza un soffio un sussulto

nel disfarsi il momento

si è rincorso veloce regredendo in timore ogni battito timido

prima ancora la vita

aggrediva abbracciando.

LE ANAMORFICHE – 1 –

1° ANAMORFOSI 1941

se pur d’uomo il concetto si sciolse speravi strillando con gli occhi
che la stilla che strilla che stilla poi a terra del muto dolore
il ristagno s’udisse lamento ma invece s’allunga la piaga
che stivale col tacco contorce e di derma desunto s’allarga
una pozza com’eri riaffiora sfiorando la fiera ondulata entità
tutto un tempo s’è fatto d’orrore colore disciolto nel mondo.