Autonomia del resto

il primo sogno abbandona le ali
si riempie di leggerezza
scombina il respiro
e sostiene gli orrori
poi c’è un passaggio, per esempio,
tra il vento e l’abuso di luce
di muri improvvisi di strade deserte
ti accorgi che non puoi sbagliare
anche senza svoltare
e non ti rimane che saltare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...