PESO

cielo rosso

Di solito non ci penso al mattino mi sembra troppo presto, ma la differenza che si crea è tanta e non sempre riesco a ignorare. Sempre di solito inizia da un peso che lega il respiro e lo trascina come un cane legato a una macchina, fino a un certo punto riesce a stare al passo, poi la macchina accelera e le zampe si intrecciano, cedono e inizi a scorticare.

Così è ciò che trasporta via il mio respiro, anche se non lo perdi è come un gengiva anemica, un affanno scorticato che non sanguina né brucia, ma si intreccia e soffia come può al centro dello specchio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...