Nelo Risi (1920 – 2015) – In memoriam

Carteggi Letterari - critica e dintorni

E’ morto il decano dei poeti italiani, l’ultimo degli autori della “linea lombarda” di anceschiana memoria che nella poesia ha sempre riversato lo sguardo e la passione politica (“scrivere è un atto politico”) coniugandola con una secchezza di pronuncia e nitida asciuttezza aliena da qualunque inclinazione metaforica, in una metrica personale ricca di assonanze e consonanze e decisamente volta alla “claritas”, anche epigrammatica. Erede diretto del Parini e del Manzoni della Colonna Infame, la creatività di Nelo Risi ha traversato tutto il secolo breve, registrando con pietas e lucidità le speranze e le disillusioni storiche, sempre vicino al cuore dell’umano, anche nel suo capolavoro filmico “Diario di una schizofrenica” (1968).
La sua tensione alla verità, la volontà di denuncia delle oppressioni e degli inganni politici e culturali si è nutrita peraltro anche degli influssi dei surrealisti francesi, di cui è stato traduttore, e dell’avanguardia russa, alla ricerca di una “lingua…

View original post 1.027 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...