CUCITURE

Che sia finita

finita per sempre

 

svilita m’hai chiesto: tu pensi

da morto o alla morte?

 

Riscaldi le pietanze

e tengo la lingua ferma

 

incastrato nell’ombra

soffio via qualcosa

 

ora niente t’inceppa

l’occhio e puoi chiuderlo

 

penso alle cose

che mi stanno intorno

 

non volevo che ti

si sgualcisse la pelle

 

è così tutto diverso

da una carezza.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...