Nove poesie di Maurizio Manzo

Su Critica impura nove testi

CRITICA IMPURA

di Maurizio ManzoDi MAURIZIO MANZO

SCONTENTI

Dal terrazzo il vomito

scende a pioggia sui tetti

delle macchine si ispessisce

qualcuno pensa sia l’odore

di dio spina di pesce

andata a male —

poi c’è anche un coro

un foro solo

lo scolo che continua.

STIPSI

Un giorno hai detto

gli anni passano

come semi di melagrana

rosicchiati e sputati

nel ricordo di stipsi

a vedere la fine

non resta niente

meno indiscreto

dell’esistenza

ti rincorre la giugulare

dovunque ogni volta ti giri.

ANELLO

Hai voluto dire di

aderire alla soluzione

del sole in semplici asserzioni

tra l’asse e le sciolte

lezioni offuscate –

chiedi acqua che evapora

tra e per le labbra

e la spora che annega

in questo anello

poco prima di un bacio.

CORRENTI

Apro la finestra e l’aria è sempre la stessa

qualcuno grida a un’alba nuova eppure brilla

uguale ad altri nostri giorni dedicati —

dalla finestra il…

View original post 330 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...