MARMO

Sdraiata d’estate sul marmo e la pelle sudata
il fresco che ti assale e si fa subito caldo
il caldo è più prossimo del freddo
il freddo che muore sciolto nel caldo che fa umore
che muore — sono punti in cui il soffio
si assiepa assieme ai pori la schiena le orecchie
e il marmo si appanna e dipana il sapore della pelle
dischiude i lineamenti rigonfi
esausti di soglia violata.

2 thoughts on “MARMO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...