ASSISTENZIALI – 7 –

*******
 
Hai attraversato la strada
radente al muro
osservato a destra e sinistra
strappato un sorriso
a un autista
vista la bambola preferita
descritta sulla letterina
per babbo natale
nella vetrina vicina
alla porta di casa, ancora
un passo e sei dentro
la salvezza quotidiana
guadagnata accuratamente.

Solo il trillo del campanello
avverte il suo passo
quasi non vorrebbe suonare
perché la porta smetta
di aprirsi.
Irsute braccia tendono
la mano e l’orsacchiotto
ghiotto delle tue coccole
scivola una carezza sui
tuoi teneri capelli, porti
lo zaino in cameretta
come insegnato dalla mamma
che ogni giorno a quell’ora
lavora e sei sola
con quello strano affetto
del tuo papà
a cui pensi dovresti
fare attenzione
come in strada alle macchine
che non ti passino sopra
e ti farebbero tanto male
ma non sai dove guardare
per evitare lo scontro
quegli occhi non sono
i fari freddi di una macchina
anche se hanno fitti lampi
che lanciano luce
in fondo al buio
al cupo urlo che ti risuona
in testa ma non sprigiona
non libera dalla morsa
dal ricordo contaminato.
 
 

2 thoughts on “ASSISTENZIALI – 7 –

  1. …l’aspetto più tragico nei bambini violati
    che può portare all’incapacità di sentire…cementificazione
    interiore…

    ti auguro di metterti in tasca il tuo lago
    carissima Carla!
    Maurizio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...